11.8 C
Comune di Monopoli
venerdì 16 Aprile 2021

AsConAuto al webinar di FORUMAutoMotive

#FORUMAutoMotive”Covid-19 e Ripartenza” il vicepresidente vicario  di AsConAuto  Roberto Scarabel  sottolinea l’attività della rete associativa nel presidiare il mercato dell’after-market anche  durante il lockdown.

#FORUMAutoMotive “Covid-19 e Ripartenza” (primo Automotive Webinar ) ha presenziato  per la prima volta dall’inizio della pandemia da Covid-19 l’intero settore automotive per fare il punto sulle problematiche dello tsunami che ha travolto anche il mondo dell’automotive.

 

La conduzione  è stata del giornalista Pierluigi Bonora, promotore di #FORUMAutoMotive. Secondo la regola delle 5 W (cioè le domande alle quali i media dovrebbero rispondere per informare in modo chiaro e completo: When? What? Who? Where?, Why?)  i vertici della filiera automotive,  insieme ai responsabili dei vari settori che fanno capo alla mobilità, ai trasporti e al settore energetico, si confrontano dallo studio televisivo di “Safe Drive”In collegamento streaming e in diretta sulla pagina Facebook #FORUMAutoMotive  (https://www.facebook.com/forumautomotive/).

 

Hanno contribuito al confronto: Geronimo La Russa, presidente di Aci Milano,  Alessandro Galimberti, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia.

A Dario Duse, managing director di AlixPartners, spetta  il compito di  presentare un estratto del recente ultimo studio sull’impatto del coronavirus sul settore automotive con un focus sull’ItaliaMarco Bocciolone, direttore del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano; Antonio Bobbio Pallavicini, presidente del Dipartimento Mobilità e Trasporti di Anci Lombardia nonché vicesindaco di Pavia; Francesca Maisano, psicologa e psicoterapeuta dell’Ospedale Fatebenefratelli-Sacco di Milano; e Roberto Sgalla, prefetto, esperto in sicurezza stradale portano  testimonianze di approfondimento.

 

Nella circostanza, durante la discussione con la filiera e gli altri ospiti, Roberto Scarabel  vicepresidente vicario di AsConAuto – Associazione Consorzi Concessionari Auto sottolinea: “Dall’inizio, tutta l’attività interna della nostra Associazione verso i nostri affiliati e verso i nostri soci, si avvale della comunicazione digitale: un potente motore di cambiamento che oggi, di fronte alla pandemia che ci ha  travolti, diviene uno strumento indispensabile per permettere al nostro sistema  di continuare a lavorare.  Ricambio originale, logistica innovativa, iniziative speciali e formazione dedicata: una revisione culturale era già in atto nel nostro sistema e  oggi subisce una violenta accelerazione Grazie all’uso delle nuove tecnologie, la comunicazione tra concessionari e autoriparatori per l’acquisto e la vendita dei ricambi originali  si sviluppa attraverso Integra, l’unica  piattaforma (realizzata su licenza STAR della NADA) che mette in comunicazione la piattaforma gestionale della officina e quella delle concessionarie. La nostra Associazione ha saputo concretare un progetto voluto, costruito e pagato dai Concessionari Italiani ed è stata in grado di superare in anni recenti la crisi vissuta dal settore con professionalità, spirito innovativo, costanza e determinazione. Oggi, nello sconvolgimento globale operato da Covid-19,  abbiamo una sola logistica: proprietà di 24 Consorzi e del 70 per cento dei Concessionari italiani a  copertura di 1.765 magazzini in 17 regioni e 88 province, una solida conferma del presidio capillare nel Paese da parte della nostra rete. E voglio rilevare che il sistema  AsConAuto non ha mai spento il motore durante il periodo di lockdown ma ha trattenuto il motore a un regime più basso, garantendo la salvaguardia dei propri operatori e insieme la sicurezza dell’assistenza post-vendita  con il proprio lavoro quotidiano nel presidiare il territorio  attraverso il lavoro professionale della nostra rete: il ricambio originale è rimasto per tutti, ma soprattutto per i clienti, garanzia di qualità e sicurezza”.

Potrebbe interessarti

- Advertisement -spot_img

Ultime News