Autoriparazione: il 2022 inizia con un calo delle attività di officina

Il 2022 è cominciato a rilento per il settore dell’autoriparazione.

Lo dimostra il fatto che secondo il 61% degli autoriparatori a gennaio 2022 l’attività di officina si è mantenuta su livelli normali, mentre coloro che segnalano un livello di attività basso sono il 25% e sono più numerosi rispetto a coloro che segnalano un livello di attività alto (14%).

I dati citati emergono dal Barometro sul sentiment dell’assistenza auto, elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base di inchieste mensili condotte su un campione rappresentativo di officine di autoriparazione.

Il Barometro analizza anche la situazione dei prezzi di officina, che in gennaio si sono mantenuti su livelli normali (secondo quanto dichiarato dal 78% degli autoriparatori), mentre le percezioni di un livello alto e basso dei prezzi si equivalgono (entrambe all’11%). Infine l’Osservatorio Autopromotec analizza le previsioni per i prossimi tre/ quattro mesi su attività di officina e prezzi. Per quanto riguarda il volume di attività, la maggioranza degli interpellati, pari al 74%, ritiene che la domanda si manterrà stabile, mentre si equivalgono coloro che attendono un aumento dell’attività e chi invece prefigura una diminuzione (entrambi al 13%). Sul versante prezzi si segnala un discreto ottimismo, dato che il 19% degli interpellati si aspetta un aumento da qui ad aprile, mentre per il 74% i prezzi si manterranno stabili e soltanto per il 7% è in vista una diminuzione.

Total
6
Shares
Articolo precedente

Volkswagen ID. Buzz: sostenibile e con grande attenzione ai dettagli

Articolo successivo

Apollo Tyres amplia la pluripremiata gamma di pneumatici estivi premium Vredestein Ultrac

Potrebbe interessarti