Bonus benzina 2022 di 200 euro, chi lo paga e come funziona

(Adnkronos) – Bonus carburante 2022, il governo ha previsto 200 euro per ciascun lavoratore dipendente come buono o da sommare ai benefit aziendali. Per far fronte all’aumento dei prezzi degli ultimi mesi e alle difficoltà economiche in cui molte famiglie si sono trovate, l’esecutivo continua a offrire aiuti e incentivi si legge su laleggepertutti.it. Anche questa volta lo fa cercando di far pesare meno il prezzo del carburante, salito alle stelle dopo lo scoppio della guerra. 

Con l’articolo 2 del decreto legge 21/2022, convertito in via definitiva dalla Camera dei deputati, è stato infatti previsto un ‘bonus carburante’. Si tratta di un buono dal valore massimo di 200 euro che sarà esente da imposte e contributi. A poterne godere saranno tutti i dipendenti del settore privato (sono pertanto esclusi quelli del comparto pubblico), studi professionali compresi, sia a titolo gratuito che per obbligo contrattuale o regolamento aziendale. 

Quest’ultima specifica è stata introdotta dalle modifiche appena approvate perché, a differenza di quanto era stato inizialmente proposto, la cessione del bonus potrà avvenire a qualsiasi titolo, non esclusivamente gratuito. 

Come usufruire del bonus carburante?
 

Per ottenere il bonus carburante i lavoratori non dovranno presentare alcuna domanda, perché si tratta di un’agevolazione che verrà assegnata automaticamente dall’azienda ai propri dipendenti. 

Ciascun lavoratore del comparto privato potrà fruire del bonus carburante in due differenti modi: 

tramite buoni benzina o titoli equivalenti; 

tramite benefit aziendali fruibili dal dipendente: in questo caso, se è incluso nei piani previsti dagli accordi sindacali, il bonus carburante non si somma al limite di non imponibilità dei benefit pari a 258,23 euro. 

In ogni caso ciascun lavoratore potrà goderne per un massimo di 200 euro. 

Bonus carburante come benefit
 

Se il dipendente sceglie di godere del bonus carburante come benefit aziendale, potrà avere dei vantaggi fiscali, specialmente nel caso in cui riceva abitualmente beni e servizi a titolo gratuito ma pienamente imponibili poiché dal valore complessivo superiore al tetto di 258,23 euro. 

In questo caso, infatti, avranno la possibilità di evitare tassazione e contribuzione sui bonus carburanti. 

Entro quanto si può godere del bonus carburante?
 

Per poter godere del bonus carburante è necessario che i voucher vengano erogati entro il 12 gennaio 2023 per il principio di cassa allargato. 

Una volta ottenuto il buono, però, il dipendente potrà usufruirne entro la ‘data di scadenza’ indicata sullo stesso voucher. Pertanto sarà possibile per il lavoratore ottenere il bonus carburanti entro gennaio del prossimo anno e spenderlo nei mesi a seguire. 

L’articolo Bonus benzina 2022 di 200 euro, chi lo paga e come funziona sembra essere il primo su Lifestyle Blog.

Torna in alto
Generated by Feedzy