Fon.Ter e la formazione nell’Automotive

Dal 2004 a oggi Fon.Ter, il Fondo Paritetico Interprofessionale per la formazione continua, costituito da Confesercenti, CGIL, CISL e UIL, che com’è noto non ha fini di lucro, ha stanziato risorse per oltre 197 milioni di euro, coinvolgendo 38.343 imprese per un totale di oltre 400 mila lavoratori che hanno potuto fruire della formazione finanziata. Il Fondo si caratterizza per una consistente presenza di piccole e medie imprese dei settori Terziario, Turismo, Servizi alle imprese, alle persone e manifatturiero. Da numerosi anni il fondo opera, peraltro con notevole successo, anche nei Settori Socio Sanitario e Automotive, offrendo alle aziende la possibilità di usufruire di finanziamenti per la realizzazione di interventi formativi necessari alla qualificazione, riqualificazione e aggiornamento del personale e anche in risposta agli obblighi di legge in materia di Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il settore Automotive in questi anni ha fruito di risorse per oltre 9 milioni di euro, con 2700 dealers coinvolti e 39.000 lavoratori formati. Tra i brands che collaborano con successo da anni con il Fondo, tanto per citarne alcuni, ci sono i marchi del Gruppo Mercedes, BMW, PORSCHE, Audi, Renault, Jaguar, Toyota ed altri non meno prestigiosi del panorama automobilistico mondiale. A testimoniare l’importanza che riveste Fon.ter, per questo settore in continua evoluzione tecnologica, anche quest’anno il Fondo, come unico Fondo Interprofessionale, sarà presente dal prossimo dal 17 Maggio al 20° Automotive Dealer Day, in programma a Verona e che è considerato in Italia l’evento di riferimento per l’Ecosistema Automotive.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Continental cresce nel segmento della mobilità elettrica

Articolo successivo

Il nuovo SUV Coupé U6 Aiways completa gli ultimi test tecnici

Potrebbe interessarti