La Nuova Audi A8

La quarta generazione dell’ammiraglia Audi beneficia di un sostanzioso restyling votato all’eleganza e alla sportività. Grazie all’abbinamento dei proiettori a LED Digital Matrix e dei gruppi ottici posteriori OLED può contare sullo stato dell’arte dell’illuminotecnica dei quattro anelli. Iniezione di potenza e batteria ad alto voltaggio dalla maggiore capacità per la versione plug-in TFSI e. Al top della gamma, Audi S8 coniuga l’esclusività dei modelli Audi S, la raffinatezza tipica di Audi A8 e le prestazioni di una sportiva.

Erede di Audi V8, dal 1994 Audi A8 è l’ammiraglia della Casa dei quattro anelli. Giunta alla quarta generazione, presentata nel 2017, Audi A8 è un vero e proprio manifesto tecnologico del Brand. Prima Audi con tecnologia mild-hybrid a 48 Volt, primo modello dei quattro anelli dotato del concept di gestione dei comandi integralmente digitale MMI touch response e delle sospensioni attive predittive nonché prima vettura di Ingolstadt ad adottare gli stilemi successivamente condivisi dall’intera gamma Audi, può contare su di un design affilato, un comfort di riferimento – degno di una lounge nel caso dei passeggeri posteriori – e su doti dinamiche in linea con berline ben più compatte. Caratteristiche confermate dal restyling della vettura che si avvale di linee più sportive rispetto al precedente modello e dello stato dell’arte dell’illuminotecnica dei quattro anelli.

Design degli esterni

Il design di nuova Audi A8 si contraddistingue per l’ampliamento del single frame, dal profilo accentuato, e per la griglia frontale impreziosita da inediti inserti tridimensionali cromati. Le prese d’aria laterali, ridisegnate, hanno un andamento più verticale rispetto al passato; profondamente rivisto il disegno dei proiettori, resi più dinamici dalla sezione inferiore estesa verso il paraurti. I nuovi stilemi sottolineano ulteriormente il carattere della vettura e ne esaltano il dinamismo.

Osservando lateralmente Audi A8, spiccano l’andamento ribassato del tetto, le linee di cintura tese, i generosi passaruota, evocativi della trazione integrale quattro, e la sezione inferiore delle portiere caratterizzata da una marcata scanalatura. Nella zona posteriore, alle finiture cromate si accompagnano la fascia luminosa che collega i raffinati gruppi ottici OLED (di serie), dalla firma luminosa personalizzabile, e l’inserto all’estrattore ridisegnato, caratterizzato da un andamento fortemente orizzontale.

Coerentemente con la famiglia di modelli Audi S, Audi S8 può contare su due terminali di scarico sdoppiati e le calotte dei retrovisori laterali in look alluminio – a richiesta in carbonio, nel colore carrozzeria o in nero – mentre sono di serie i proiettori a LED Audi Matrix HD con indicatori di direzione dinamici.

All’estetica standard si affiancano il pacchetto Chrome, la caratterizzazione sportiva S line – una prima assoluta – e il pacchetto look nero, disponibile anche in abbinamento agli anelli Audi dalla finitura total black. La gamma colori prevede 11 tinte, tra le quali spiccano le nuove vernici metallizzate verde District, blu Firmamento, grigio Manhattan e blu Ultra oltre alle inedite varianti opache grigio Daytona, argento Floret, verde District, grigio Terra e bianco Ghiaccio. Il programma Audi exclusive consente molteplici possibilità di personalizzazione.

Interasse di 3,13 metri per la variante L

Pressoché immutate le dimensioni della vettura. Nel caso della variante a passo standard, al confermato interasse di 3 metri si accompagnano una lunghezza di 5,19 metri, una larghezza di 1,94 metri e un’altezza di 1,47 metri.

La versione L a passo lungo può contare su di un interasse di 3,13 metri e uno sviluppo longitudinale di 5,32 metri. La scocca multimateriale Audi Space Frame (ASF), elemento caratteristico del modello, è realizzata al 58% in alluminio, mentre la cellula abitacolo si avvale di elementi in acciaio ad altissima resistenza con l’aggiunta di una parete posteriore in materiale plastico rinforzato con fibre di carbonio (CFK). La barra duomi anteriore è in magnesio, a vantaggio del contenimento dei pesi.

Lighting

I proiettori a LED Digital Matrix, portati al debutto da Audi e-tron Sportback e per la prima volta dedicati ad Audi A8, prevedono la scomposizione in pixel infinitesimali del fascio luminoso, così che la strada venga illuminata con straordinaria efficacia, sfruttando sia le aree luminose sia le zone d’ombra. La tecnologia alla base degli innovativi proiettori, denominata DMD (Digital Micromirror Device) viene impiegata anche per i videoproiettori professionali. Il componente principale è un chip corredato di circa 1,3 milioni di microspecchi, i cui lati misurano alcuni centesimi di millimetro. Grazie alla generazione di un campo elettrostatico, ogni microspecchio può cambiare orientamento sino a 5.000 volte al secondo. In funzione della posizione, la luce a LED viene proiettata lungo la strada oppure catturata da un assorbitore così da generare delle zone d’ombra.

I proiettori Audi LED Digital Matrix, a richiesta, svolgono molteplici funzioni. In primis, le animazioni dinamiche Leaving Home e Coming Home proiettate lungo una parete o al suolo che trasformano lo spazio antistante la vettura in un palcoscenico luminoso. Oltre a configurare il fascio d’illuminazione secondo tre modalità (luce di svolta, per la marcia in zone urbane e in autostrada), i proiettori Audi possono gestire gli abbaglianti in modo eccezionalmente preciso. Spiccano, in particolare, le funzioni “luce di orientamento” e “luce di carreggiata”. Lungo le strade ad alto scorrimento, la luce di carreggiata genera un tappeto luminoso che rischiara la corsia di marcia adattandosi ai cambi di traiettoria dell’auto. Ciò concentra l’attenzione del conducente sulla corsia rilevante e aumenta la sicurezza stradale. Diversamente, la luce di orientamento, tramite la proiezione delle zone d’ombra, mostra in modo predittivo la posizione del veicolo all’interno della corsia, favorendo il mantenimento del centro strada, specie nelle strettoie o in prossimità dei cantieri.

Nuova Audi A8 è dotata di serie dei gruppi ottici posteriori con tecnologia OLED. Gli OLED sono diodi a emissione di luce organici, particolarmente efficienti, che generano un’illuminazione eccezionalmente ampia e omogenea. Le luci posteriori OLED sono suddivise in nuclei, ciascuno dei quali composto da segmenti così da dare vita a molteplici firme luminose e illuminazioni caratteristiche. I Clienti di nuova Audi A8 possono scegliere in fase di configurazione fra due (tre nel caso di Audi S8) differenti motivi luminosi dei gruppi ottici posteriori OLED. Selezionando l’opzione dynamic del sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select, viene attivata un’ulteriore modalità d’illuminazione caratteristica.

Alle citate possibilità di personalizzazione, i gruppi ottici posteriori OLED affiancano un’efficace segnalazione della prossimità: a vettura ferma, qualora un utente della strada si avvicini a meno di due metri da Audi A8, si accendono tutti i segmenti. Non appena l’auto torna in movimento, viene ripristinata l’illuminazione caratteristica originaria. La gamma delle funzioni appannaggio dei gruppi ottici posteriori OLED è completata dagli indicatori di direzione dinamici e dalle animazioni Coming Home e Leaving Home specifiche per ciascuna firma luminosa.

Design degli interni e abitacolo


L’abitacolo di Audi A8 è paragonabile a un’accogliente lounge. L’andamento delle linee marcatamente orizzontale sottolinea la generosità degli spazi a disposizione dei passeggeri ed è ulteriormente rimarcato, nella guida notturna, dai profili luminosi inclusi nel pacchetto luci diffuse. Alla seconda fila di sedili sono dedicate le luci di lettura adattive a LED.

Le possibilità di personalizzazione, come da tradizione per Audi A8, sono pressoché illimitate. La variante a passo lungo abbina la seduta posteriore lato passeggero in configurazione chaise longue a molteplici regolazioni che spaziano dall’adattamento pneumatico del supporto laterale e lombare sino al poggiapiedi riscaldabile con funzione massaggio integrata. Funzione massaggio che, nel caso delle sedute, arriva ad avvalersi di 8 programmi e sino a 18 cuscini pneumatici.

Contribuiscono al massimo comfort i poggiatesta regolabili elettricamente, la console centrale posteriore a tutta lunghezza, corredabile di tavolini a scomparsa, la climatizzazione automatica quadrizona, il pacchetto Air Quality con diffusore di fragranze e ionizzatore, il frigobox con vano bar e i rinnovati monitor del sistema d’entertainment posteriore.

Tra le dotazioni a richiesta spiccano i rivestimenti in pregiata pelle Valcona, per la prima volta disponibili nella tonalità marrone Cognac. Un’ulteriore novità è rappresentata dalla microfibra Dinamica, simile visivamente e al tatto alla pelle scamosciata, in ampia parte realizzata mediante poliestere riciclato e dedicata ai pannelli porta, ai montanti e al cielo vettura. La caratterizzazione degli interni è affidata al pacchetto Audi design selection argento pastello oppure alle configurazioni S line in nero, rosso Merlot o Cognac.

Concept di gestione dei comandi MMI touch response

Il concept di gestione dei comandi MMI touch response, caratterizzato da due ampi touchscreen da 10,1 e 8,6 pollici dal feedback sia acustico sia tattile, integra il sistema di comando vocale che riconosce le espressioni di uso comune, così da comprendere le indicazioni e le domande formulate liberamente.

L’Audi virtual cockpit permette differenti visualizzazioni delle informazioni al cruscotto digitale, attivabili mediante il volante multifunzione, mentre l’head-up display, a richiesta, proietta le principali indicazioni sul parabrezza; tra queste la mappa dettagliata degli incroci. Integra la navigazione la connettività Car-to-X rafforzata, in grado di rilevare in tempo reale e condividere anche le informazioni sulle variazioni d’aderenza del manto stradale.

Monitor inediti per i passeggeri posteriori

Ai passeggeri posteriori di nuova Audi A8 sono dedicati due inediti monitor da 10,1 pollici con risoluzione Full HD, vincolati agli schienali dei sedili anteriori. Riproducono i contenuti dei device personali e possono ricevere audio e video in streaming. L’impianto audio Bang & Olufsen Advanced Sound System è disponibile nella configurazione con 23 altoparlanti e 1.920 Watt: porta in dote una gestione tridimensionale del suono simile a una sala da concerto. L’unità di comando centrale posteriore con telecomando permette agli occupanti della seconda fila di gestire mediante un display touch OLED da 5,7 pollici molteplici funzioni, dalla climatizzazione all’infotainment sino alla personalizzazione delle sedute.

Assistenza alla guida

Nuova Audi A8 può contare su di un massimo di 40 sistemi di assistenza al conducente. Le tecnologie a richiesta sono suddivise nei pacchetti City, Tour e Assistenza al parcheggio. Optando per i proiettori a LED Digital Matrix, in abbinamento al sistema Night Vision è disponibile la “luce segnaletica”: se il sistema rileva la presenza di un pedone, il fascio luminoso lo evidenzia, riducendo il rischio che le persone sul ciglio della strada non vengano viste. Il sistema parking pilot, condiviso con i modelli della gamma high-end Audi, è gestibile da remoto: il conducente avvia e controlla le manovre di parcheggio tramite l’app myAudi sul proprio smartphone.

Il pacchetto assistenza City, nello specifico, include il sistema di assistenza agli incroci e l’Audi pre sense 360°. Qualora venga rilevato il rischio di un impatto laterale, il sistema opera congiuntamente alle sospensioni attive predittive sollevando immediatamente la carrozzeria di 80 millimetri. In tal modo, il veicolo coinvolto nell’eventuale impatto colpisce nuova Audi A8 in una zona ancora più resistente. La deformazione della cellula abitacolo e le sollecitazioni a carico degli occupanti (soprattutto all’altezza del torace e del ventre) diminuiscono fino al 50% rispetto a un impatto laterale senza sollevamento del telaio.

La tecnologia principale inclusa nel Pacchetto assistenza Tour consiste nel sistema di assistenza alla guida adattivo, in grado di regolare le dinamiche longitudinali e trasversali dell’auto nell’intero range di velocità. Alla base di queste dotazioni vi è un modulo hi-tech Audi, ovvero la centralina dei sistemi di assistenza alla guida centrale (zFAS), di serie, che realizza un’immagine continua dell’ambiente circostante la vettura.

Motori

In Italia, nuova Audi A8 può contare su tre motorizzazioni: V6 3.0 TDI, V8 4.0 TFSI, riservato alla variante high performance Audi S8, e la soluzione ibrida plug-in TFSI e.

Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (50) TDI quattro tiptronic si avvalgono del citato V6 3.0 TDI con tecnologia mild-hybrid (MHEV) a 48 Volt, in grado di erogare 286 CV e 600 Nm di coppia da 1.750 a 3.250 giri/min. Il sistema MHEV a 48 Volt può contare su di un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore che consente, nelle fasi di decelerazione, di recuperare potenza; questa energia viene immagazzinata in una specifica batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Nella guida di tutti i giorni, la tecnologia MHEV riduce i consumi fino a 0,8 litri ogni 100 chilometri. Qualora il conducente rilasci il pedale dell’acceleratore, Audi A8 è in grado di avanzare per inerzia “in folle”, di veleggiare a motore spento, di riavviare il motore in modo più rapido e progressivo rispetto a un motorino di avviamento tradizionale e di sfruttare la modalità start/stop in un range più ampio.

Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (50) TDI quattro tiptronic scattano da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi raggiungendo la velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h, condivisa da tutte le varianti in gamma.

La versione high performance Audi S8 coniuga l’esclusività dei modelli Audi S, la raffinatezza tipica di Audi A8 e le prestazioni di una sportiva. Il V8 biturbo 4.0 TFSI eroga 571 CV e 800 Nm di coppia da 2.050 a 4.500 giri/min. All’efficienza della vettura contribuiscono in modo decisivo le tecnologie mild-hybrid a 48 Volt e COD (cylinder on demand). Quest’ultima disattiva i singoli cilindri ai carichi medi e ridotti.

Audi S8 scatta da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi. La dotazione tecnica si avvale di soluzioni raffinate di serie quali le sospensioni attive predittive, lo sterzo integrale dinamico e il differenziale sportivo.

Audi A8 TFSI e con tecnologia ibrida plug-in

Proposta sia nella configurazione L a passo lungo sia nella versione con interasse standard, Audi A8 TFSI e si avvale del powertrain composto dal performante V6 3.0 TFSI – turbo a iniezione diretta della benzina – da 340 CV e 500 Nm di coppia e da un motore sincrono a magneti permanenti (PSM) da 136 CV. Quest’ultima unità integrata, insieme alla frizione di separazione, nella trasmissione tiptronic a otto rapporti con convertitore di coppia. Il cambio lavora in abbinamento alla trazione integrale permanente quattro. Nelle fasi di recupero, il propulsore a zero emissioni funge da generatore accumulando energia nella batteria posizionata sotto il pianale del bagagliaio. L’accumulatore agli ioni di litio, dalla capacità ampliata a 17,9 kWh (14,4 kWh netti), consente alla vettura di percorrere in modalità puramente elettrica sino a 61 chilometri WLTP.

Nuove Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic possono contare su di una potenza complessiva di 462 CV (+13 CV rispetto al precedente modello) e una coppia di 700 Nm cui consegue uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi. La velocità massima, autolimitata, si attesta a 250 km/h; 135 km/h in modalità puramente elettrica. Alle prestazioni sportive si accompagna la massima efficienza con il pieno d’energia: Audi A8 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic percorre nel ciclo combinato WLTP sino a 59 chilometri/litro a fronte di emissioni contenute in 39 – 49 grammi/chilometro di CO2. Risultati cui contribuisce la tecnologia di recupero, analoga agli altri modelli della gamma plug-in Audi e derivata da Audi e-tron, prima vettura elettrica della Casa dei quattro anelli: il motore elettrico si occupa delle decelerazioni lievi, le più frequenti nella marcia quotidiana, mentre le frenate di media intensità sono di competenza dei freni idraulici tradizionali.

Come impostazione di base, la vettura e si avvia in modalità elettrica (EV) e viaggia a zero emissioni sino a quando il conducente preme con decisione il pedale dell’acceleratore. Il guidatore può decidere liberamente se e come intervenire nell’interazione tra il propulsore termico e il motore elettrico. Sono disponibili i programmi di marcia “EV”, “Hybrid”, “Hold” e “Charge” che danno rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica, al risparmio d’energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio oppure alla ricarica della batteria. La modalità “Charge”, nello specifico, vede il propulsore termico non solo trasmettere il moto alle ruote, ma anche contribuire all’attivazione del motore elettrico in fase rigenerativa.

La massima potenza di ricarica di Audi A8 TFSI e si attesta a 7,4 kW in corrente alternata (AC). Attingendo energia a una presa di tipo industriale (230V e 32A), è possibile ripristinare integralmente l’autonomia elettrica della vettura in 2,5 ore, mentre affidandosi a una comune presa domestica, quindi senza ricorrere ad alcun adattamento infrastrutturale, sono necessarie 8,5 ore.

Un pratico strumento per gestire l’auto da remoto è rappresentato dall’app myAudi che trasferisce i servizi Audi connect sullo smartphone e permette sia di controllare mediante device lo stato della batteria sia di avviare i processi di ricarica e gestire la preclimatizzazione. Per facilitare ulteriormente la vita di quanti guidano in modo sostenibile, Audi agevola l’accesso all’infrastruttura pubblica. I Clienti possono “rifornire” in tutta comodità durante il viaggio grazie al servizio Audi e-tron Charging Service che garantisce la fruizione di una vasta rete di colonnine (oltre 310.000, delle quali oltre 19mila in Italia) in 26 Paesi europei con un unico contratto e un’unica card. Quanto alla ricarica domestica, grazie alla partnership con Enel X sono disponibili i pacchetti Ready for e-tron e Ready for e-tron Pro. Entrambi prevedono la realizzazione della linea di alimentazione con connessione a valle del contatore cui si accompagna l’installazione, nel primo caso, del sistema di ricarica Audi e-tron compact, di serie per Audi A8 TFSI e, nel secondo caso della wallbox Enel X.

Assetto

Tutti i propulsori di nuova Audi A8 lavorano in abbinamento alla trasmissione tiptronic a otto rapporti del tipo con convertitore di coppia. La pompa dell’olio elettrica garantisce la fluidità degli innesti e la lubrificazione anche quanto il motore termico non è attivo. La trazione integrale permanente quattro, di serie, si affida al differenziale centrale autobloccante. Nelle situazioni ordinarie, la coppia viene ripartita tra avantreno e retrotreno secondo il rapporto 40:60. In caso di perdite d’aderenza, la maggior parte della spinta viene trasferita verso l’assale che garantisce una superiore trazione. Per un comportamento ancora più dinamico, la trazione quattro può essere integrata dal differenziale posteriore sportivo, di serie per Audi S8. Il differenziale sportivo distribuisce attivamente la coppia tra le ruote al retrotreno, a vantaggio del contenimento del sottosterzo e dell’agilità della vettura.

Sterzo integrale dinamico e sospensioni attive predittive

Nuova Audi A8 adotta di serie le sospensioni pneumatiche adaptive air suspension e lo sterzo progressivo, in grado di adeguare la demoltiplicazione in funzione dell’angolo di sterzata e adattare la servoassistenza in base alla velocità. Grazie alla sterzatura delle ruote posteriori in controfase o in fase rispetto alle anteriori, lo sterzo integrale dinamico – di serie per Audi S8 – porta in dote un’agilità straordinaria per una vettura delle dimensioni di Audi A8 tanto in manovra quanto a velocità ridotta, abbinata a una stabilità da riferimento con il crescere dell’andatura.

Audi A8 spazia dal comfort di un’ammiraglia alla reattività di una sportiva complici le innovative sospensioni attive predittive (di serie per Audi S8). Una soluzione hi-tech, abbinata alle molle pneumatiche adattive, in grado di caricare o scaricare ogni singola ruota a seconda delle esigenze del conducente e delle situazioni di guida. Gli attuatori elettromeccanici adottati a tal fine regolano il movimento della struttura e l’ammortizzazione in modo attivo, riducendo al minimo rollio e beccheggio. Grazie all’analisi dei dati raccolti dalla telecamera anteriore, che rileva l’andamento e le irregolarità del fondo stradale, le sospensioni attive operano secondo una logica predittiva.

Il controllo della dinamica di marcia Audi drive select prevede cinque profili, tra i quali la modalità comfort+ che garantisce il massimo relax, anche in curva, dove il corpo vettura si inclina sino a 3 gradi per compensare gli effetti dell’accelerazione laterale sui passeggeri. A vettura ferma, diversamente, azionando le maniglie delle portiere l’assetto si alza di 50 mm così da agevolare l’accesso all’abitacolo. Il programma dynamic, che porta in dote una taratura rigida delle sospensioni, limita a 2,5 gradi il rollio massimo nelle curve più veloci contro i 5 gradi appannaggio del setup standard.

La gamma cerchi di nuova Audi A8 prevede ruote da 18 a 21 pollici. A richiesta, Audi S8 può adottare i freni carboceramici.

A8 L Security e A8 L Horch

Nuova Audi A8 è proposta anche nella versione blindata a passo lungo Security, dotata del possente V8 biturbo 4.0 TFSI da 571 CV e 800 Nm di coppia.

Non meno esclusiva Audi A8 L Horch, versione top di gamma per il mercato cinese, caratterizzata da una lunghezza di 5,45 metri: 13 cm in più rispetto ad Audi A8 L. L’estetica della vettura si avvale del design specifico del single frame a listelli verticali, della finitura cromata delle calotte dei retrovisori laterali, della firma luminosa posteriore dedicata e del tetto panoramico king size. Alla targhetta evocativa Horch, ispirata al Brand fondato nel 1899 e successivamente confluito nel Gruppo Auto Union, collocata lungo i montanti C, si accompagnano badge specifici e il design dei cerchi “H-crown”. In aggiunta, è possibile optare per la verniciatura bicolore: una prima assoluta per la gamma Audi A8. Sono abbinabili, nel dettaglio, le tinte nero Mythos e argento Floret oppure blu Firmamento e blu Ultra.

Prezzi

Nuova Audi A8 raggiungerà le Concessionarie italiane nel corso del mese di marzo con prezzi da 100.800 euro per la variante 3.0 (50) TDI quattro tiptronic, da 108.100 euro per l’equivalente versione a passo lungo.

Prezzi da 115.500 euro per la plug-in 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic, da 122.800 euro per l’equivalente configurazione a passo lungo.

Listino da 154.500 euro, infine, per Audi S8; da 164.150 euro per Audi S8 sport attitude che, alle dotazioni di serie per la configurazione high performance dell’ammiraglia dei quattro anelli, aggiunge equipaggiamenti di pregio tra i quali i proiettori a LED Digital Matrix, il tetto panoramico in vetro, le luci di lettura posteriori a LED Audi Matrix, i pacchetti assistenza City e Tour, il pacchetto sicurezza nonché il riconoscimento della segnaletica basato su telecamera.

Consumi ed emissioni*

A8 50 TDI – 7,0/7,7 l/100 km – 182/201 g/km di CO2

A8 L 50 TDI – 7,0/7,7 l/100 km – 182/202 g/km di CO2

S8 – 11,4/11,7 l/100 km – 259/266 g/km di CO2

A8 60 TFSI e – 1,7/2,1 l/100 km – 39/49 g/km di CO2

A8 L 60 TFSI e – 1,8/2,2 l/100 km – 40/49 g/km di CO2

Total
10
Shares
Articolo precedente

Parco circolante di autovetture: nel 2021 lieve calo rispetto al 2020

Articolo successivo

La nuova ŠKODA FABIA MONTE CARLO

Potrebbe interessarti