in

Prezzi benzina, gestori: “Noi parte lesa, aumenti in linea con rialzo accise”

Prezzi benzina, gestori: “Noi parte lesa, aumenti in linea con rialzo accise” 1

(Adnkronos) – “I dati del Ministero dell’Ambiente confermano che, nella prima settimana dell’anno, gli aumenti dei prezzi alla pompa sono stati in linea con l’incremento dovuto al ripristino delle accise”. Lo dichiara Giuseppe Sperduto, presidente di Faib, la Federazione dei gestori carburanti di Confesercenti. “Di fronte a polemiche pretestuose e strumentali, alimentate da più parti, la Federazione dei benzinai di Confesercenti ha quindi deciso di rivolgere ai rappresentanti istituzionali, dal Ministro dell’Economia a quello delle infrastrutture, dal Ministro della Transizione Ecologica a quello delle Imprese e del Made in Italy, la richiesta di essere auditi e l’invito a convocare al più presto un tavolo di crisi con tutti i soggetti coinvolti”, riferisce Sperduto. 

“Quando c’è un problema – sottolinea il presidente di Faib – lo si affronta con i protagonisti del settore e non con le polemiche e le accuse generiche che servono solo ad alzare polveroni per coprire responsabilità e finalità politiche diverse. I gestori carburanti in questa vicenda sono parte lesa: sia per il rincaro dei costi finanziari che per quelli gestionali delle transazioni elettroniche, che si mangiano un terzo del loro margine, sia come gestori perché con l’aumentare del prezzo diminuiscono gli erogati”.  

L’articolo Prezzi benzina, gestori: “Noi parte lesa, aumenti in linea con rialzo accise” sembra essere il primo su Lifestyle Blog.

Cosa ne pensi?

Scritto da

Prezzi benzina, Antitrust valuta pratiche scorrette 4

Prezzi benzina, Antitrust valuta pratiche scorrette

Bonus auto e moto 2023, prenotazioni al via da oggi: come funziona e come richiederlo 5

Bonus auto e moto 2023, prenotazioni al via da oggi: come funziona e come richiederlo