12.9 C
Comune di Monopoli
sabato 16 Ottobre 2021

Revisione vs tagliando: tutto ciò che c’è da sapere, in 5 punti

Il 2021 si apre come un anno dove assume nuova importanza il valore della sicurezza al volante.

Complice l’ombra della pandemia l’aumento dell’utilizzo dell’automobile come mezzo di trasporto per brevi e lunghi spostamenti ha sensibilizzato sulla necessità di essere sicuri alla guida ancora più di prima.

Proprio per questo gli esperti di automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove, Km 0 e a noleggio, hanno elaborato un decalogo, basato sulle domande frequenti degli automobilisti, che in 10 punti descrive due dei controlli che permettono agli automobilisti di sentirsi tranquilli al volante: la revisione e il tagliando. La guida che si trova in modo dettagliato sul portale è riassunta anche in un divertente video di Fjona Cakalli.

La revisione

1. Cos’è e da chi viene effettuata

La revisione come indica il termine è un controllo del veicolo che deve essere sempre in efficienza meccanica. Da chi viene effettuata? Da professionisti specializzati in officine adibite al collaudo delle vostre auto, i centri per revisioni. 

2. E’ obbligatorio per legge? 

Si, ogni auto deve sottoporsi alla revisione periodica entro degli intervalli stabiliti dal ministero dei trasporti. Questo serve a garantire che tutte le automobili che circolano per strada siano in perfetta salute, sicure e ben tenute.

3. Quando va fatta? 

La prima revisione si deve fare dopo 4 anni dalla prima immatricolazione dell’auto. Dopo il “battesimo” le successive revisioni vanno fatte ogni due anni fino alla fine della vita dell’auto. 

4. In che cosa consiste? 

L’addetto verifica che l’auto sia in buone condizioni estetiche, ovvero che non ci siano gravi danni, paraurti pericolanti o elementi che possano ferire persone come spuntoni o rotture. Poi verifica l’efficienza di fari, gomme, motore, freni e che le emissioni di carburante siano nei limiti di legge. L’auto per passare la revisione deve essere conforme alla sua omologazione e montare solo parti originali oppure omologate in Italia. Niente scarichi enormi, fari più potenti, cerchi fuori misura. 

5. Il costo ed eventuali sanzioni

Il prezzo da pagare è variabile, a seconda del centro revisioni a cui ci si rivolge ma in ogni caso non supera la cinquantina di euro. Se non si fa si rischia la multa? Ebbene si e anche piuttosto salata: se si viene beccati a circolare con un’auto con la revisione scaduta si riceve senza appello una multa che va da 159 a 639 euro ma non solo, viene anche ritirata la carta di circolazione e il veicolo viene sospeso dalla circolazione su strada fino a quando non sarà effettuata la revisione, apparte ovviamente il tragitto casa – centro di revisioni, quello si può ancora fare. Nella revisione nessuno ripara, sostituisce o più in generale effettua manutenzioni all’auto. Questo lo fanno solo le officine e se l’auto non passa la revisione si deve pagarne il costo, risolvere eventuali problemi e riportarla ad effettuare la revisione.

Il tagliando

1. cos’è e da chi viene effettuato

E’ il nome comune dato alla manutenzione ordinaria dell’auto, ovvero una serie di lavori di routine che servono a tenere in perfetta efficienza la propria automobile. Il tagliando può essere effettuato da qualsiasi officina autorizzata, o per chi è capace, in autonomia, anche nel garage di casa. Per le auto più moderne è consigliato rivolgersi ad officine autorizzate o al concessionario ufficiale. 

2. Obbligatorietà

Non è obbligatorio per legge e potrebbe anche non essere mai effettuato ma si andrebbe incontro al concreto rischio di distruggere totalmente la propria auto che per una vita longeva ha bisogno di manutenzione corretta. 

3. Quando deve essere fatto? 

Ogni auto ha una meccanica e quindi una richiesta di manutenzione differente, in generale si consiglia un tagliando ogni anno o 15.000/20.000 km se li si percorre in meno di 12 mesi. 

4. In cosa consiste? 

Il tagliando classico si compone di una sostituzione di componenti vitali per l’auto, anche piuttosto economici, come olio, filtro dell’aria, dell’olio, del carburante, cambio del filtro abitacolo per i pollini e la polvere, controllo dei livelli del liquido refrigeranti e tante altre cose. Può anche comprendere la sostituzione di beni di consumo come candele, cinghie, pastiglie dei freni e altri dettagli. 

5. Quanto costa

Dipende dall’auto che si possiede ma se fatto in officina o in concessionaria ufficiale il prezzo oscilla tra i 200 e i 400 euro comprensivo sia di materiali sia di manodopera. Se non la si fa non si rischia nessuna multa ma se non si effettuano i tagliandi l’auto potrebbe non essere in perfetta efficienza e non consentire di passare la revisione. 

Potrebbe interessarti

- Advertisement -spot_img

Ultime News