Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

News

SEAT, 70 anni di storia e capacità di reinventarsi

Nuova Seat Leon

70 anni fa, SEAT ha dato inizio a un viaggio appassionante. Il 9 maggio 1950 veniva fondata l’azienda che ha portato la Spagna sulle quattro ruote, democratizzando la mobilità. A partire da quel momento, e per ognuno dei 70 anni di storia che ricorrono sabato prossimo, SEAT ha vissuto una profonda trasformazione, dimostrando una costante capacità di reinventarsi.

Questo percorso, pieno di sfide, ha reso SEAT ciò che è oggi. L’unica casa automobilistica che disegna, sviluppa, produce e commercializza auto in Spagna, il primo investitore industriale in R&D del Paese, di cui rappresenta l’1% del PIL e da cui esporta l’80% delle vetture. Un’azienda solida parte del Gruppo Volkswagen, gruppo costruttore leader a livello mondiale. Una società che cresce e continua a offrire le migliori soluzioni di mobilità per rendere più semplice la vita delle persone.

“Nei suoi 70 anni di storia, SEAT ha dimostrato la capacità di evolvere e affrontare con successo le sfide che ne hanno costellato il percorso. Una forza innovatrice che ha reso SEAT capace di passare dall’essere un produttore di automobili a un’azienda solida, tecnologica e industrialeha condiviso Carsten Isensee, Presidente di SEAT e Vicepresidente di Finanza e IT.

 

Da Barcellona al mondo

SEAT ha aperto le porte dello stabilimento di Zona Franca nel 1953 con una produzione giornaliera di 5 vetture (le SEAT 1400) e, dopo 40 anni passati a produrre modelli iconici per la storia del marchio, l’azienda ha deciso di costruire un nuovo sito produttivo più grande e moderno, spostando così la produzione da Barcellona a Martorell a partire dal 1993. Lo stabilimento, costruito con un investimento iniziale di 244.500 milioni di pesetas (1.470 milioni di Euro), viene inaugurato con il lancio della seconda generazione di SEAT Ibiza, prodotta al ritmo di 1.500 unità al giorno. Oggi, la casa automobilistica vanta tre centri di produzione: Barcellona, El Prat de Llobregat e Martorell, da cui escono 2.300 unità al giorno tra Ibiza, Arona e Leon. SEAT produce inoltre Ateca in Repubblica Ceca, Tarraco in Germania, Alhambra in Portogallo e Mii electric, primo modello 100% elettrico del marchio, in Slovacchia.  Fino a oggi, SEAT ha prodotto oltre 19 milioni di vetture.

Nel 1965 inizia l’attività di esportazione e, negli anni, SEAT si è qualificata come primo esportatore industriale di Spagna, rappresentando il 3% delle esportazioni totali dell’economia spagnola. Oggi, le vendite delle auto SEAT raggiungono località remote come Nuova Zelanda, Messico e la Guyana Francese.

L’evoluzione di SEAT in questi 70 anni è stata vertiginosa, dal punto di vista del design e del volume delle esportazioni, così come per la produzione. Attualmente, lo stesso numero di auto che una volta venivano prodotte in un’intera giornata, impiegano 3 minuti per lasciare la linea di produzione. E, rispetto ai due anni di attesa necessari negli anni ‘50 per avere una SEAT, oggi, grazie al progetto Fast Lane, è possibile acquistare un’auto in 10 minuti e 5 click, ricevendola in meno di tre settimane.

Una gamma di prodotti ampia e competitiva

In questi 70 anni, la Casa ha lanciato sul mercato 67 modelli, in diverse versioni e generazioni, tra cui alcune pietre miliari del marchio. Nel 1984 arriva la prima SEAT Ibiza, che diventerà un’icona per il marchio, seguita nel 1999 da SEAT Leon, che ha stabilito un record di vendita fin dall’esordio. Merita anche sottolineare il fatto che, a partire dal 2016, la gamma del marchio ha sperimentato un importante salto in avanti con l’ingresso nel segmento dei SUV, con SEAT Arona, Ateca e Tarraco, e che nel 2019 il marchio ha annunciato l’arrivo di Mii electric, il suo primo modello elettrico.

L’evoluzione e la modernizzazione delle auto è stata una costante lungo tutto il viaggio, e a ciò si è sommato uno sviluppo tecnologico che ha plasmato ogni aspetto dell’auto, dai sistemi di sicurezza fino alla connettività più avanzata. Inoltre, come parte dell’impegno di SEAT per una mobilità più sostenibile e rispettosa dell’ambiente, la casa è impegnata in una forte offensiva elettrica. In questo senso, tra quest’anno e il 2021 verranno lanciati nuovi modelli elettrici e ibridi plug-in che andranno ad aggiungersi alla versione elettrica di SEAT Mii: la nuova famiglia di Leon, che offre una versione mild hybrid e una ibrida plug-in (PHEV), Tarraco ibrida plug-in (PHEV) e CUPRA Formentor, presentata da pochissimo, anch’essa disponibile in versione ibrida plug-in. Infine, el-Born si aggiungerà a Mii electric come secondo modello 100% elettrico del marchio.

CUPRA, espressione della capacità di reinventarsi di SEAT

Fin dal lancio della prima Ibiza CUPRA nel 1996, CUPRA rappresenta la massima espressione di sportività di SEAT. Nel 2018, l’azienda rinnova la scommessa all’insegna del cambiamento e crea CUPRA, il brand creato con l’obiettivo di presentare un progetto unico. CUPRA permette a SEAT di accedere a nuovi mercati e a un’inedita tipologia di cliente, alla ricerca di un prodotto speciale. Caratterizzata da design all’avanguardia e dal comportamento sportivo di modelli basati sull’elettrificazione, la marca CUPRA nasce per attirare gli appassionati di motori. Dopo il lancio di CUPRA Ateca e la nuova famiglia di CUPRA Leon, il marchio automobilistico ha presentato CUPRA Formentor, primo modello concepito per il nuovo brand e che sarà prodotto a Martorell, presso il CUPRA Garage, la nuova sede del marchio.

Molto più di un produttore di auto, un’azienda tecnologica di mobilità

Se SEAT è nata con l’obiettivo di democratizzare la mobilità in Spagna, negli ultimi anni la Casa ha compiuto passi da gigante con l’obiettivo di convertirsi in un fornitore di servizi di mobilità e andare oltre la produzione di vetture, con l’obiettivo di rispondere a una delle grandi tendenze del futuro: l’economia collaborativa, condivisa e sostenibile. In tal senso, nel 2019 SEAT è stata selezionata come centro di competenze per la micromobilità per tutto il Gruppo Volkswagen, per guidare la strategia all’insegna di nuovi prodotti e servizi di mobilità urbana. Per questo, il brand ha lanciato SEAT Urban Mobility, un’unità strategica di business per la mobilità urbana, e ha presentato l’eScooter Concept, il primo scooter di SEAT, e l’eKickscooter Concept, a cui si aggiunge EXS Kickscooter elettrico.

Nel contempo, a dimostrazione di questa capacità di evolversi e trasformarsi completamente, nel 2019 SEAT ha creato SEAT:CODE, centro di eccellenza per lo sviluppo di software. Il nuovo laboratorio contribuisce allo sviluppo di due importanti dimensioni all’interno di SEAT. Da un lato, ha l’obiettivo di continuare a spingere la trasformazione digitale e aumentare l’efficienza tramite la digitalizzazione dei processi. Nel contempo, intende rafforzare modelli di business collegati ai nuovi concetti di mobilità, connettività e digitalizzazione dell’automobile, con particolare focus su SEAT.

Inoltre, nel corso di quest’anno, il marchio inaugurerà CASA SEAT, uno spazio nel cuore di Barcellona che nasce dalla volontà di rendere omaggio alla città natale del marchio. CASA SEAT sarà un luogo di incontro per scoprire la mobilità del futuro e accoglierà svariate attività mirate a convertire questo spazio in un riferimento dell’agenda culturale di Barcellona.

Presente e futuro dell’industria in Spagna

Nei suoi 70 anni di storia, SEAT ha mantenuto un trend di crescita continuo e sostenibile, spingendo l’industria automotive in Spagna. La produzione prese il via nel 1953 con un organico formato da 925 persone; attualmente sono oltre 15.000 le persone che lavorano in SEAT, generando circa 100.000 posti di lavoro complessivi se si considera l’effetto moltiplicatore sull’indotto.

Con un fatturato di 11.157 milioni di Euro nel 2019 e un’esportazione, tanto di vetture come di componenti, che raggiunge l’81% del volume di business (9.041 milioni di Euro), SEAT è la principale azienda esportatrice di Spagna. Allo stesso modo, SEAT Martorell è oggi lo stabilimento che produce il maggior numero di vetture in Spagna, secondo mercato produttivo in Europa. Merita inoltre sottolineare il fatto che, nel 2019, SEAT ha destinato 1.259 milioni di Euro a investimenti e spese in Ricerca e Sviluppo, di cui 27 milioni di Euro destinati a iniziative sostenibili nello stabilimento di Martorell con l’obiettivo di abbassare le emissioni di CO2 e, grazie a un’ambiziosa strategia medioambientale, convertirlo in uno stabilimento con impronta di carbonio pari a zero nel 2030.

Inoltre, l’azienda si è convertita in un punto di riferimento per la salute sul posto di lavoro, dopo aver inaugurato nel 2017 CARS (Centro de Atención y Rehabilitación Sanitaria): un centro medico unico nel suo genere, che offre medicina preventiva, assistenziale e riabilitativa agli oltre 15.000 lavoratori del marchio e che supera le 70.000 visite annuali.

Insieme nel passato e nel futuro: dalle prime SEAT alla produzione di respiratori d’emergenza

Da 70 anni, SEAT è presente nella vita delle persone e ci ha tenuto a mostrare il proprio impegno nei confronti della società e dei suoi bisogni in un momento complesso come quello causato dal COVID-19. In questo periodo, in SEAT sono state realizzate diverse iniziative per lottare contro la propagazione del virus. Iniziative finalizzate, nel concreto, alla realizzazione dei materiali più richiesti dagli ospedali, come i respiratori. Un team di 150 professionisti ha lavorato per settimane allo sviluppo di un prototipo, utilizzando attrezzature stampate in SEAT, alberi del cambio e il motore adattato del tergicristallo di SEAT Leon. Come risultato, sono stati prodotti 600 respiratori di emergenza, fatti pervenire agli ospedali spagnoli. Un granello di sabbia per dare una speranza di futuro, in cui tutti torneremo per strada, anche in auto. Riconquistando, poco a poco, la libertà.

SEAT e CUPRA in Italia

SEAT e CUPRA fanno parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata italiana del Gruppo Volkswagen. I due brand contano in Italia su una Rete di 53 Concessionari SEAT con un totale di 90 showroom, su 37 CUPRA Specialist e 204 Service Partner SEAT e CUPRA distribuiti sul territorio nazionale, per garantire l’assistenza ai propri clienti.

Potrebbe interessarti

In tv

Doppio appuntamento – il 30 ottobre e il 13 novembre, dalle ore 21.15 -, su Focus, con «Automobili: le grandi fabbriche» e «Spirito italiano»,...

News

Incisiva, grintosa e ispirata esteticamente alla mitica Audi ur-quattro, la seconda generazione di Audi A1 Sportback è caratterizzata da sistemi d’infotainment e assistenza al...

News

La Tipo si rinnova: restyling completo della gamma, nuovo design – più accattivante, giovane e dinamico – tecnologia ai massimi livelli e nuovi motori,...

Eventi

Apre oggi, giovedì 22, il salone internazionale dedicato a tutti gli amanti delle quattro ruote classiche e non solo. L’inaugurazione ufficiale si terrà il...