Presentata a Parigi la nuova Jeep Avenger, il primo SUV completamente elettrico del marchio

Jeep Avenger
Jeep Avenger

Oggi, al Salone dell’automobile di Parigi 2022 il marchio Jeep® ha presentato la nuova Jeep Avenger, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV) del marchio.
La Jeep Avenger compatta è la punta di diamante di una gamma di veicoli performanti e completamente elettrici, con misure concepite per il mercato europeo, e rappresenta un elemento chiave della strategia globale di elettrificazione del marchio, che punta a diventare il leader mondiale dei SUV a emissioni zero.
Progettata e costruita come un veicolo Jeep fin dal primo giorno, Avenger racchiude il DNA del brand in un SUV compatto con una commistione unica di capacità, stile, funzionalità e tecnologia per soddisfare le esigenze dei clienti sempre connessi.

Prodotta nell’efficientissimo stabilimento Stellantis di Tychy, in Polonia, la nuova Avenger è dotata di Selec-Terrain® e Hill Descent Control di serie che, unitamente agli eccezionali angoli di attacco e di uscita e all’altezza da terra del veicolo, introducono eccezionali livelli di capacità nel segmento.
Per quanto riguarda l’elettrificazione, Jeep Avenger è dotata di un sistema di propulsione elettrico da 400 Volt di nuova generazione, che unisce un nuovo motore elettrico e una nuova batteria.
Utilizzando un cavo Mode 4 da 100 kW in corrente continua collegato al punto di ricarica pubblica veloce, sono sufficienti tre minuti di ricarica per percorrere 30 km; oppure 24 minuti per caricare le batterie dal 20 all’80%.

La nuova missione dell’Avenger in Europa

Sviluppata tenendo a mente le esigenze specifiche dei clienti europei, la nuova Avenger è un SUV compatto che, con appena quattro metri di lunghezza, si posiziona nel segmento in rapida crescita dei B-SUV, il secondo per volumi in Europa.
Per il 2023 si prevede che il segmento B-SUV raggiungerà 2,2 milioni di vendite totali annue, pari a un veicolo su cinque venduto in Europa. A integrazione dell’offerta del marchio Jeep, la nuova Avenger si posiziona sotto la Renegade nel segmento B-SUV.

La Jeep Avenger arriverà negli showroom all’inizio del prossimo anno, ma i clienti possono già prenotare in anticipo l’esclusiva 1st Edition, una versione accattivante e completamente equipaggiata, nella maggior parte dei mercati europei. I clienti possono accedere al pre-booking collegandosi dal pomeriggio di oggi al sito jeep-official.it.

Per questa ragione, si tratta di una scelta valida e interessante per chi cerca un’alternativa a zero emissioni del marchio Jeep, lontano dai più tradizionali attori del segmento. La nuova Jeep Avenger intende ampliare la base di clienti rivolgendosi a persone dallo stile di vita attivo, alla ricerca di un design performante e moderno, con dimensioni compatte e interni spaziosi.
E per festeggiare questo nuovo importante passo verso la “libertà a zero emissioni”, i concessionari Jeep italiani animeranno le principali piazze dal 18 al 23 ottobre con la “4xe Week” esponendo la gamma di SUV 4xe Plug-In Hybrid, leader in Italia nel comparto a basse emissioni, con una quota nei primi nove mesi del 17,1%.

Un gruppo propulsore elettrico completamente nuovo

Jeep Avenger è dotata di un sistema di propulsione elettrico di nuova generazione che unisce un nuovo motore elettrico e una nuova batteria. Grazie alle elevate potenza e coppia, e a una specifica taratura del gruppo propulsore elettrico, la nuova Avenger offre un piacere di guida senza compromessi sia su strada sia off-road.
Il propulsore elettrico da 400 Volt di seconda generazione è il primo lanciato da Emotors, una joint venture tra Stellantis e Nidec Leroy-Somer Holding. Fornisce 115 kW, corrispondenti a 156 cavalli, e 260 Nm di coppia massima.
La nuova batteria da 54 kWh, anch’essa prodotta da Stellantis, offre un’elevata densità di energia e un ottimo rapporto tra energia nominale ed energia utilizzabile. In particolare, il pacco batterie è composto da 17 moduli e 102 celle che utilizzano il modello NMC 811 agli ioni di litio e offre 400 km di autonomia nel ciclo WLTP, che diventano 550 km nel ciclo urbano*.
La batteria, testata per oltre 2 milioni di chilometri, è estremamente compatta e non intrusiva e trova posto sotto i sedili anteriori e posteriori e il tunnel centrale. Inoltre, durante la guida in fuoristrada è protetta da un’elevata altezza da terra e da piastre sottoscocca.
Ricaricare la nuova Avenger è semplicissimo. Tramite un cavo Mode 4 da 100 kW in corrente continua collegato al punto di ricarica pubblica veloce, sono sufficienti tre minuti di ricarica per percorrere 30 km; oppure 24 minuti per caricare le batterie dal 20 all’80% di carica.
Considerando che gli utenti europei percorrono in media 30 km al giorno, è probabile che il veicolo possa essere guidato per giorni prima di dover essere ricaricato. Nel frattempo, con un cavo Mode 3 da 11 kW per la corrente alternata collegato a una Wallbox o a una stazione di ricarica pubblica, è possibile fare il “pieno” (da 0% a 100%) in 5,5 ore.

Capacità di prim’ordine

Un pilastro essenziale di un SUV Jeep è la sua capability in fuoristrada, che include oggi un approccio più sostenibile grazie alla tecnologia ibrida plug-in 4xe e ai propulsori ora completamente elettrici.
La nuova Avenger è il primo veicolo Jeep a trazione anteriore dotato di Selec-Terrain® e Hill Descent Control di serie che, unitamente agli eccezionali angoli di attacco e di uscita e all’altezza da terra del veicolo, la rendono un modello di riferimento del segmento.
Il sistema Selec-Terrain® offre sei modalità: “Normal” per la guida di tutti i giorni; “Eco” per migliorare l’autonomia; “Sport” per un maggiore divertimento alla guida; “Snow” per la massima trazione su strade o sentieri ghiacciati; “Mud” per ottimizzare le prestazioni sul fango e migliorare l’aderenza; e “Sand” per limitare il rischio di restare bloccati su terreni sabbiosi.
L’architettura del veicolo raggiunge i massimi livelli di compattezza possibili senza compromettere nessuna delle caratteristiche distintive del marchio Jeep.
La nuova Avenger è lunga solo 4,08 m, ossia 16 cm più corta rispetto alla Renegade. Ha sbalzi anteriori e posteriori corti che ne esaltano le proporzioni. Inoltre, la sua presenza su strada è esaltata da ruote più grandi di quelle che ci si aspetterebbe da un veicolo di queste dimensioni.
Grazie alla combinazione di sbalzi corti e ruote grandi, Avenger offre la migliore altezza da terra della categoria (200 mm), oltre a eccezionali angoli di attacco (20°), di rampa (20°) e di uscita (32°), che sono fondamentali per la guida off-road ma utili anche in città, per esempio quando si sale su una rampa di parcheggio ripida.

Design Jeep contemporaneo

Avenger segue un “approccio di design” che offre una moderna interpretazione del design Jeep in una struttura compatta. La parte anteriore del veicolo esibisce l’iconica griglia a 7 feritoie, una vera e propria firma del marchio, che da verticale è diventata più orizzontale per aumentare l’efficienza funzionale.
La griglia ripiegata è posizionata davanti ai proiettori anteriori per proteggerli in caso di impatto. I paraurti sporgenti, un altro elemento classico del design Jeep, trasmettono una sensazione di forza e robustezza, esprimendo allo stesso tempo una presenza solida e imponente sia su strada sia in fuoristrada.
La vista laterale è caratterizzata dai classici passaruote trapezoidali, progettati per ottimizzare l’escursione delle ruote per la massima articolazione. Il veicolo si distingue per gli imponenti cerchi diamantati da 18”, dal design forte, montati su pneumatici di 690 mm di diametro. La silhouette è stata realizzata attentamente per massimizzare l’efficienza aerodinamica e trasmettere un senso di dinamicità, rinforzata da un montante C flottante, ormai un tratto familiare nella gamma odierna.
Nella parte posteriore, il veicolo è caratterizzato da luci ispirate alle classiche taniche di benzina con la X. Questa “X” è un tema ricorrente all’interno e all’esterno del veicolo, come si può vedere nella “X-Camo”, un motivo decorativo che combina il concetto di camouflage con la lettera “X”.

Protezione totale

Per ridurre i danni causati dagli impatti a bassa velocità, che costituiscono circa il 70% degli incidenti in Europa, la nuova Avenger è dotata di piastre sottoscocca, rivestimenti a 360 gradi e proiettori anteriori protetti.
In particolare, i proiettori anteriori sono incassati e posizionati in alto per garantire la protezione in caso di impatti a bassa velocità. Inoltre, le nuove piastre sottoscocca dei SUV sono stampate a colori in materiale polimerico.
Se vengono graffiate, per esempio, il danno non è visibile. In aggiunta, nelle aree più esposte, comprese le porte, il rivestimento è ancora maggiore per offrire più protezione.

Interni funzionali e spaziosi

Gli interni della nuovissima Jeep Avenger sono fedeli alla promessa “design to function”. Il design solido e pulito degli interni, che ruota intorno alla plancia snella, si ispira alla storia del marchio Jeep e in particolare della Jeep Wrangler.
Una volta all’interno del veicolo, gli occhi sono immediatamente catturati dalla parte superiore della plancia, dove emerge un’unica fascia funzionale orizzontale che comprende tutte le bocchette, la luce ambiente e un touchscreen centrale da 10,25”, visibile sia dal conducente sia dal passeggero. La parte inferiore della plancia è caratterizzata da un guscio portaoggetti aperto.
La nuova Avenger offre dettagli unici per questa classe di veicoli, come i sedili premium con inserti in pelle** regolabili elettronicamente con funzione massaggio (disponibile in un secondo momento), la luce ambiente multicolore che riduce l’affaticamento degli occhi durante la guida notturna e il grande tettuccio apribile (disponibile in un secondo momento). I fari laterali del veicolo restano visibili quando si apre il portellone posteriore, per una maggiore protezione e sicurezza.
Anche la consolle centrale è stata sviluppata per massimizzare lo spazio utilizzabile per il conducente e il passeggero. Progettata per garantire il massimo spazio interno in una carrozzeria compatta, la nuova Avenger è la più capiente della sua categoria: 34 litri di spazio anteriore per riporre gli oggetti, una cifra impressionante se confrontata ai 15 litri della media del segmento.
Questo straordinario risultato è stato raggiunto ottimizzando tutti gli spazi e creando vani portaoggetti funzionali e spaziosi.
Progettati all’insegna della flessibilità e della modularità, i divisori del tunnel centrale possono essere spostati per adattarsi alle dimensioni dei vari oggetti o addirittura rimossi per fare spazio agli oggetti più grandi. Un ulteriore spazio utile è disponibile sotto i pulsanti del cambio automatico, protetto da una copertura magnetica pieghevole. In questo spazio è possibile ricaricare un telefono cellulare e riporre contemporaneamente una bottiglia d’acqua da 1,5 litri.
Le regole del Design to function sono state applicate anche al bagagliaio. Il volume è tra i migliori del segmento (380 litri) e la funzionalità è testimoniata dall’altezza di carico del bagagliaio che è stato abbassato a 720 mm, dalla larghezza del portellone posteriore, aumentata a oltre un metro, e dall’aggiunta di un portellone elettrico a mani libere, una rarità in questo segmento.

**Sedili prodotti in vinile con la parte centrale dello schienale e poggiatesta in pelle.

Sistemi tecnologici all’avanguardia: sempre connessi

Realizzata per i clienti “sempre connessi”, la nuova Jeep Avenger garantisce una meravigliosa esperienza di bordo digitale. Tutte le versioni saranno dotate di uno schermo radio Uconnect Infotainment da 10,25 pollici abbinato a una plancia completamente digitale disponibile in due varianti (7 e 10,25 pollici).
La grafica simile a quella di uno smartphone è integrata in Uconnect 10”. Inoltre, il sistema offre la possibilità di specchiare fisicamente il proprio dispositivo sulla radio in modalità wireless tramite Android Auto e CarPlay; di associare i contenuti per costruire la propria interfaccia (fino a dodici widget per pagina, fino a sei pagine); la navigazione integrata di TomTom con riconoscimento vocale naturale migliorato e gli aggiornamenti over-the-air.
La nuova Jeep Avenger offre inoltre una suite di servizi e funzionalità che gli utenti possono sfruttare a distanza. In particolare, grazie alla Jeep Mobile App, gli utenti possono localizzare la posizione della propria auto direttamente dal proprio smartphone. Gli utenti possono anche bloccare e sbloccare le porte, controllare il livello della batteria, impostare le funzioni del clima e ricaricare il veicolo, oltre a interagire direttamente con l’Avenger attraverso un assistente vocale.

Sistemi di assistenza alla guida avanzati

Jeep Avenger offre una serie completa di funzioni di assistenza alla guida. Vanta la guida autonoma di livello 2, che regola automaticamente la velocità e la traiettoria, e si avvale dell’Adaptive Cruise Control e del Lane Centering.
Il sistema aiuta il conducente a seguire la corsia e a mantenere l’auto al centro della corsia e a una distanza di sicurezza dal veicolo che la precede, offrendo così un’esperienza di guida serena. Inoltre, la guida autonoma di livello 2 include il Traffic Jam Assist, per una guida rilassata e confortevole anche in caso di traffico intenso.
Il nuovo modello propone inoltre il Traffic Sign Recognition, che legge e interpreta i segnali stradali; la Automatic Emergency Braking con riconoscimento di pedoni e ciclisti, che rallenta il veicolo fino ad arrestarlo per ridurre il rischio di possibili incidenti; il Drowsy Driver Alert, che avvisa il conducente qualora un momento di sonnolenza pregiudichi l’attenzione; il Blind Spot Monitoring, che monitora l’angolo cieco del conducente; il Lane Keeping Assist, che avvisa il conducente quando l’auto esce dalla corsia di marcia; i sensori di parcheggio a 360° con Active Park Assist (disponibile in un secondo momento) e la telecamera posteriore a 180° con vista drone.

Jeep Avenger 1st Edition

A partire da oggi e fino al 30 novembre, è in corso un’iniziativa di pre-booking dedicata alla nuova Jeep Avenger 1st Edition, una configurazione esclusiva, accattivante, completamente equipaggiata e full electric, che solo in Italia e Spagna sarà disponibile anche con motorizzazione benzina turbo. È un’occasione da non perdere, perché coloro che avranno manifestato il loro interesse online con il pre-booking saranno i primi a poter ordinare questa edizione esclusiva e, quindi, a guidarla.
Una volta sul sito, l’utente può accedere a una piattaforma dedicata e scegliere il propulsore, se disponibile, la livrea preferita e il concessionario più vicino. A questo punto, l’utente potrà fornire i dati di contatto e il consenso alla privacy per sapere quando il veicolo sarà finalmente disponibile presso il concessionario.
Per maggiori dettagli sarà sufficiente collegarsi al sito jeep-official.it dal primo pomeriggio di oggi.
Jeep Avenger 1st Edition, che cattura gli sguardi con la livrea bicolore (Sun con tetto Volcano o Granite con tetto Volcano) o la livrea tutta Volcano, è stata arricchita con vetri oscurati, cerchi in lega da 18” che sottolineano il suo carattere e luci full LED anteriori e posteriori. Gli interni comprendono luci ambiente multicolore e una fascia della plancia gialla; sedili premium neri riscaldati con inserti gialli; parabrezza termico; copertura per la consolle centrale; piano di carico regolabile in altezza e portellone elettrico a mani libere.  
Inoltre, la Launch Edition offre il sistema di Infotainment Uconnect 10” con display da 10,25”, plancia completamente digitale da 10,25”, Apple CarPlay/Android Auto wireless e tappetino di ricarica wireless per smartphone.
Esclusiva per la versione BEV, la nuova Avenger 1st Edition è dotata di sistemi ADAS di livello 2 che aiutano il conducente a mantenere la velocità, la distanza dal veicolo che precede e il centro della corsia in modo completamente autonomo.
Completano il raffinato pacchetto di dotazioni il climatizzatore automatico, il Blind Spot System, gli abbaglianti automatici, lo specchietto retrovisore con funzione anabbagliante, gli specchietti laterali richiudibili elettricamente e riscaldati, i sensori di parcheggio a 360° con telecamera posteriore con visione drone e il cavo Mode 3 per le stazioni di ricarica pubblica.
Nell’ambito dell’iniziativa “libertà di scelta” del marchio Jeep, esclusivamente quando il veicolo sarà disponibile, Jeep offrirà al cliente una serie completa di prodotti per la ricarica privata e pubblica, come la wallbox per ricaricare l’auto nel garage di casa o la scheda RFID per la ricarica in una delle 300.000 stazioni di ricarica pubbliche partner in Europa.

Personalizzazione esclusiva e oltre 100 accessori

Come da tradizione del marchio Jeep, la nuova Avenger può essere arricchita con accessori specifici e pacchetti di personalizzazione.
Jeep Avenger potrà essere personalizzata in base alle esigenze specifiche del cliente e vanterà l’approccio “stand of the crowd”, dando ai clienti diverse possibilità di rendere unico il proprio SUV.

L’Avenger personalizzata debutta al Salone dell’Automobile di Parigi 

Al Salone dell’Automobile di Parigi il marchio Jeep espone una sbalorditiva Jeep Avenger full electric color Granite con tetto Volcano, personalizzata con adesivo sul cofano con l’esclusiva livrea X-Camo, inserti blu e logo Avenger. Il veicolo presenta anche cerchi di colore nero lucido da 18” con dettagli blu, che enfatizzano la propulsione elettrica.
Gli interni sono caratterizzati dalla copertura magnetica della consolle centrale con logo “e” di colore blu all’esterno e motivo X-Camo all’interno; tappetini di gomma per i vani portaoggetti sulla plancia e tunnel centrale con il tipico motivo X-Camo; sovratappeto premium in moquette con il logo della silhouette dell’auto.

Costruito nello stabilimento produttivo ad alta efficienza di Tychy, in Polonia

Lo stabilimento di Tychy (Polonia), costruito tra il 1972 e il 1975, occupa un’area di oltre 2,4 milioni di metri quadrati, di cui 0,5 milioni di metri quadrati di capannoni di produzione e strutture di servizio. L’intero ciclo di produzione per trasformare le bobine di lamiera in un’automobile finita richiede circa dodici ore di ingegneria e un’auto esce dalle linee di montaggio ogni 50 secondi circa.
La produzione di Tychy è organizzata per rispettare il più alto livello di qualità ed è stata premiata con il Bronzo, l’Argento e l’Oro del programma World Class Manufacturing come riconoscimento del costante miglioramento dei prodotti, dei processi e del servizio per rimanere leader del settore e fornire ai clienti la scelta migliore.
Lo stabilimento gestisce un ciclo produttivo completo composto da quattro fasi: stampaggio, gestito da un fornitore esterno dal 1998; saldatura, che vanta un’automazione del 99,5% grazie a 921 robot che lavorano sulla linea; verniciatura, anch’essa automatica per oltre il 90%; e linee di assemblaggio. Lo stabilimento di Tychy ha prodotto ben 12,5 milioni di veicoli dal lancio della produzione nel 1975 fino a settembre 2022. A Tychy sono stati effettuati investimenti significativi per lanciare la piattaforma B-SUV.

Torna in alto