Alfa Romeo Alfa 90: auto di transizione e meteora

Alfa Romeo Alfa 90: auto di transizione e meteora 16

Al Salone di Torino del 1984 fu svelata la Alfa Romeo Alfa 90 che sostituiva la Alfetta, di cui rappresentava la pura evoluzione. Fu disegnata da Nuccio Bertone, l’illustre designer italiano che puntò sull’introduzione di importanti caratteristiche estetiche ed aerodinamiche, come lo spoiler anteriore autoregolabile e le minigonne laterali in poliuretano.

Inizialmente, la gamma della Alfa Romeo Alfa 90 comprendeva le motorizzazioni a benzina 1.8 da 120 CV, 2.0 a carburatore da 128 CV e 2.0 ad iniezione di pari potenza, affiancate dall’unità diesel 2.4 TD da 110 CV. Il top di gamma, invece, era rappresentato dall’allestimento Quadrifoglio Oro con il motore a benzina 2.5i V6 da 156 CV di potenza, nonché dotato di fendinebbia, chiusura centralizzata, quattro alzacristalli elettrici, computer di bordo, strumentazione digitale e vernice metallizzata.

Nel 1985, la Alfa Romeo Alfa 90 fu equipaggiata con il propulsore a benzina 2.0i V6 da 132 CV di potenza. La grande berlina della Casa del Biscione fu sottoposta al restyling di metà carriera già nel 1986 e, per l’occasione, cambiò la denominazione ufficiale in Alfa 90 Super. Uscì di scena nel corso del 1988, l’anno seguente al debutto dell’erede Alfa 164 a trazione anteriore.

L’articolo Alfa Romeo Alfa 90: auto di transizione e meteora sembra essere il primo su Lifestyle Blog.

Torna in alto
Generated by Feedzy