Cos’è il cambio automatico?

Tutte le automobili moderne oggi sono dotate di serie di un cambio automatico. In una trasmissione manuale, il guidatore seleziona la marcia che vuole usare e la cambia a mano usando un cambio manuale. Le trasmissioni automatiche non richiedono il cambio, perché l’auto cambierà automaticamente le marce quando necessario.

In questo articolo spiegheremo come funzionano le trasmissioni automatiche, in cosa consistono e come sono diverse dalle trasmissioni manuali.

Cosa sono le trasmissioni automatiche?

Le trasmissioni automatiche sono un tipo di cambio automatico che, a differenza delle trasmissioni manuali, non richiedono l’intervento del conducente. Il guidatore può inserire e disinserire la trasmissione a suo piacimento, mentre la maggior parte delle auto più recenti utilizzano un computer per cambiare automaticamente le marce.

Come funzionano le trasmissioni automatiche

Le trasmissioni automatiche sono progettate per facilitare la guida, eliminando la necessità di cambiare le marce. I due tipi più comuni di cambi automatici sono “automatici” e “automatici a doppia frizione”.

Il tradizionale cambio manuale automatico richiede che una persona cambi le marce premendo il pedale della frizione, muovendo la leva del cambio con le mani e poi rilasciando la frizione. Gli automatici a doppia frizione usano due frizioni: una per le marce dispari e una per quelle pari.

In un cambio automatico, l’auto fa tutto questo per voi. Un cambio automatico è composto da quattro componenti principali:

  • 1) Un giunto fluido (chiamato anche convertitore di coppia o giunto fluido) che collega il motore alle ruote motrici.
  • 2) Una serie di ingranaggi meccanici (chiamati ingranaggi planetari), che alimentano le ruote attraverso un movimento rotatorio.
  • 3) Una serie di valvole idrauliche che agiscono come interruttori on/off per innestare o disinnestare questi ingranaggi meccanici.
  • 4) Un sistema di controllo elettrico che dice alle valvole idrauliche quando lavorare e quanto velocemente dovrebbero lavorare date le condizioni di guida attuali.

Vantaggi e svantaggi del cambio automatico

Un cambio automatico è utile quando il guidatore sta lasciando una città trafficata, o sta guidando su una strada in salita, perché l’auto scalerà automaticamente e vi darà un po’ più di potenza.

Tuttavia, le trasmissioni automatiche non sono efficienti come quelle manuali quando si guida su strade piatte o autostrade. Questo perché hanno bisogno di usare più gas rispetto alle trasmissioni manuali.

In generale, ci sono due vantaggi principali per le auto con cambio automatico: convenienza ed efficienza. Le trasmissioni automatiche funzionano rilevando quanta forza il motore deve produrre in quel momento specifico, e poi determina quale rapporto di trasmissione sarebbe il migliore per mantenere il vostro motore dall’andare troppo veloce o troppo lento. Questo ti permette di guidare con un solo pedale invece di usare il pedale della frizione e il cambio manuale per cambiare marcia.

Conclusione

Le trasmissioni automatiche esistono dall’inizio del 20° secolo, quando le case automobilistiche hanno iniziato a usarle per sostituire la scomoda e goffa trasmissione manuale. Il più grande vantaggio di un cambio automatico è che non devi cambiare le marce da solo. Invece, il computer nel motore dell’auto legge la velocità e i giri del motore, e cambia le marce di conseguenza. Gli svantaggi del cambio automatico includono una diminuzione dell’efficienza del carburante, una maggiore usura del motore e una diminuzione dell’accelerazione.

Total
0
Shares
Articolo precedente

Nel 2021 stabile il numero dei centri di revisione auto rispetto al 2020

Articolo successivo

50 anni di Renault 5

Potrebbe interessarti