Pneumatici invernali: tutto quello che c’è da sapere

black car tire on gray concrete floor
Photo by Mike B on Pexels.com

Gli pneumatici sono progettati per resistere alle condizioni di freddo estremo dell’inverno, consentendo ai conducenti di evitare la necessità di cambiare le gomme durante la stagione.  

I primi pneumatici invernali furono prodotti nel 1934 e furono progettati per i camion. 

Le due caratteristiche principali che caratterizzano uno pneumatico invernale e lo differenziano da uno estivo sono: mescola morbida ricca di silice, che permette di mantenere l’elasticità e avere una buona aderenza nei climi freddi, a differenza di quello degli pneumatici estivi, che si induriscono e si induriscono a una certa temperatura. 

La nuova tecnologia ha permesso di creare pneumatici con tacche 3D che si incastrano tra loro per migliorarne il comportamento sull’asciutto. I tipi più comuni di pneumatici invernali sono il battistrada direzionale simmetrico, che può essere molto efficace sulla neve, e gli pneumatici asimmetrici, che di solito sono meno efficaci sulla neve. Il battistrada è inoltre dotato di numerosi canali profondi tra i blocchi, al fine di massimizzare la capacità di drenaggio dell’acqua ed evitare il più possibile il fenomeno dell’aquaplaning. 

Lo pneumatico per quattro stagioni è un tipo di pneumatico progettato per fornire una buona trazione in tutte le condizioni atmosferiche. 

Gli pneumatici invernali sono migliorati negli ultimi anni, con i modelli più performanti che oggi riescono ad avvicinarsi, se non superare, i livelli di manovrabilità sul bagnato e di frenata degli pneumatici estivi a temperature miti. (Un esempio è il Bridgestone Blizzak LM005, che nel 2019 è stato il primo pneumatico invernale a ottenere la valutazione massima sul bagnato). 

I migliori pneumatici invernali sono quelli che presentano i divari più bassi sugli spazi di frenata. Il limite di velocità per gli pneumatici invernali è inferiore a quello degli pneumatici estivi. In inverno, è meglio usare pneumatici invernali, poiché sono progettati per fornire una migliore trazione su strade ghiacciate. In inverno, è meglio usare pneumatici invernali, poiché sono progettati per fornire una migliore trazione su strade ghiacciate. I livelli di rumorosità e resistenza al rotolamento, invece, sono generalmente peggiori di quelli degli pneumatici estivi.

Gli pneumatici invernali vanno evitati durante tutto l’anno perché, sebbene le normative non lo vietino a priori, le loro caratteristiche li rendono particolarmente inadatti alle alte temperature, soprattutto a causa della mescola, che in estate diventerebbe troppo morbida e porterebbe a un drastico calo delle prestazioni e sicurezza di guida, con l’estensione degli spazi di frenata su asciutto e bagnato.  

Torna in alto